Trattamento della psoriasi. Sintomi, segni della malattia e trattamenti efficaci

La causa esatta della malattia non è ancora nota. Attualmente, gli scienziati distinguono diverse teorie sulle cause della psoriasi. Questi includono:

  • predisposizione genetica;
  • disordini metabolici;
  • disturbi dell'immunità;
  • infezione cronica focale.

Diversi fattori correlati sono alla base dello sviluppo della malattia. Spesso, anche nelle persone con una predisposizione genetica alla psoriasi, potrebbe non farsi sentire per molti anni. L'impulso per lo sviluppo della malattia può essere:

  • stress grave o prolungato
  • alcol;
  • disturbi ormonali;
  • disordini metabolici;
  • assunzione di determinati farmaci;
  • infezioni;
  • danni alla pelle (ustioni, tagli, lesioni);
  • altri fattori.

In risposta a fattori negativi, si formano focolai di infiammazione nella pelle, i processi di divisione e maturazione cellulare vengono interrotti. Le cellule iniziano a dividersi attivamente, la pelle si ispessisce nei siti di infiammazione, formando papule rosa brillante (noduli), che si fondono nelle cosiddette placche psoriasiche ricoperte di squame. Se non trattata, una superficie significativa della pelle viene gradualmente danneggiata, l'infiammazione si diffonde alle unghie e alle articolazioni.

In effetti, i risultati dell'esposizione a tutte le cause della psoriasi possono essere combinati in due gruppi: una violazione della divisione cellulare della pelle e un cambiamento nel funzionamento del sistema immunitario.

Tutti i fattori esterni (ambiente, stress, traumi) non fanno che aggravare il decorso della malattia, ma non possono agire come un'unica causa.

psoriasi ai gomiti

Tipi di malattie

Esistono numerose classificazioni della psoriasi, che si basano sulla gravità della condizione, sulla natura dell'eruzione cutanea, sulla posizione della lesione, ecc. Molto spesso si distinguono i seguenti tipi di malattie:

  • La psoriasi a placche (volgare) costituisce la maggior parte di tutti i tipi di psoriasi. Si caratterizza per la comparsa di placche tradizionali ricoperte da squame bianco-grigie.
  • La psoriasi guttata si manifesta con numerose e piuttosto piccole eruzioni cutanee con squame su tutta la superficie del corpo dopo aver sofferto di raffreddore o mal di gola.
  • La variante pustolosa è caratterizzata dalla formazione di placche con infiammazione purulenta.
  • Seborroico - è caratterizzato dalla presenza di squame oleose nell'area di crescita dei capelli, pieghe naso-labiali, petto e schiena. Si differenzia dalla seborrea per i confini della placca più distinti.
  • Con la psoriasi palmo-plantare, gli elementi si trovano sulle aree corrispondenti della pelle.
  • La variante essudativa si distingue per il fatto che le squame sono sature di un liquido giallastro - essudato. A causa di ciò, sembrano incollati insieme e cambiano colore. Spesso osservato nell'obesità.
  • L'eritroderma psoriasico è una forma grave della malattia, poiché quasi l'intera superficie della pelle è interessata e si verificano reazioni sistemiche (febbre, debolezza, malessere, linfonodi ingrossati, funzionalità epatica e renale compromessa).
  • Il tipo artropatico provoca danni alle articolazioni, si osserva nel 3-5% di tutti i pazienti con psoriasi, spesso porta alla disabilità.

Secondo le fasi del processo patologico, si distinguono gli stadi progressivi, stazionari e regressivi del lichene squamoso.

Segni e sintomi caratteristici della psoriasi

Molto spesso, con la psoriasi, sulla superficie della pelle compaiono placche rosa-rosse ricoperte da squame grigiastre o bianche (placche psoriasiche). È a questo sintomo che è associato un altro nome per la malattia: il lichene squamoso.

Le dimensioni delle eruzioni cutanee possono essere varie. Gli elementi primari sono considerati piccole papule (noduli) dal rosa al rosso vivo o bordeaux. Nel tempo, le loro dimensioni aumentano in modo significativo e tendono anche a fondersi.

Nel 90% dei casi, i segni della psoriasi comprendono la formazione di placche standard, che sono caratterizzate da una triade di segni. Questa triade viene rilevata dal medico con uno speciale test diagnostico: raschiamento della placca:

  1. Macchia di stearina - caratterizzata da desquamazione quando la placca viene raschiata via e dalla separazione di squame grigio-bianche, simili a schegge di una candela in apparenza.
  2. Se continui a raschiare la superficie della placca, dopo aver rimosso tutte le squame, apparirà una sottile pellicola lucida, chiamata terminale.
  3. Il sintomo della rugiada del sangue può essere rilevato rimuovendo la pellicola terminale. Allo stesso tempo, sulla superficie compaiono minuscole goccioline di sangue.

Le eruzioni cutanee possono essere trovate su una varietà di aree della pelle, ma molto spesso si trovano:

  • sulle superfici estensori degli arti (gomiti, ginocchia);
  • lungo l'attaccatura dei capelli (la cosiddetta "corona psoriasica");
  • nella regione del sacro.

Inoltre, i sintomi della psoriasi possono peggiorare e svanire a seconda della stagione. Ad esempio, nel periodo autunno-inverno, nella maggior parte dei pazienti, la malattia passa in una fase acuta, mentre in estate i suoi sintomi diminuiscono.

diagnosi di psoriasi

Come diagnosticare la psoriasi?

Sintomi, stadi e varietà della psoriasi

Ci sono diverse fasi del decorso della malattia:

  • Progressivo. È caratterizzato da un aumento attivo dei sintomi della psoriasi, proliferazione delle lesioni, ispessimento delle placche cutanee, aumento dell'area di arrossamento circostante, nonché forte prurito e desquamazione della pelle.
  • Stazionario. In questa fase, le papule smettono di crescere, si interrompe la formazione di nuove placche psoriasiche, mentre il rossore intorno ad esse diminuisce, il prurito persiste e il peeling della placca si intensifica.
  • Regressivo. L'attività della malattia si attenua, che è accompagnata da una diminuzione del prurito, delle placche psoriasiche, al loro posto ci sono aree di pelle con pigmentazione alterata. Di norma, anche senza esacerbazione, una persona che soffre di psoriasi ha 1-2 placche che non scompaiono mai: queste sono le cosiddette "placche di servizio".

Quando si diagnostica la psoriasi, il medico determina necessariamente lo stadio, poiché la scelta del trattamento dipende da esso.

A seconda della parte del corpo interessata, i sintomi della psoriasi possono variare:

  • Sul cuoio capelluto si formano placche, leggermente in aumento sopra la superficie principale. Dall'alto, sono ricoperti da piccole squame, visivamente simili alla forfora. La struttura del capello rimane intatta. Oltre al fatto che le placche si trovano nel cuoio capelluto, spesso con il progredire della malattia, vanno oltre i suoi confini, interessando la pelle della fronte, del collo e della zona dietro il padiglione auricolare.
  • Sulla pelle dei piedi e dei palmi, la psoriasi si manifesta con un notevole ispessimento, la pelle diventa ruvida, il loro spessore aumenta. Spesso nei siti della lesione si formano crepe e ulcere visibili all'esame esterno. Questa caratteristica è spiegata dal fatto che le cellule dell'epidermide si dividono ad alta intensità, la pelle semplicemente non ha il tempo di liberarsi delle particelle morte, perché si accumulano e si comprimono, rimanendo in superficie.
  • Sulla lamina ungueale, le lesioni psoriasiche si manifestano in un modo completamente diverso. Qui sono possibili opzioni: la superficie dell'unghia è ricoperta da piccole fossette poco profonde - le unghie acquisiscono il cosiddetto aspetto "ditale". O la seconda opzione: c'è un ispessimento della lamina ungueale, il suo colore cambia, inizia a sfaldarsi in alcuni punti. Allo stesso tempo, attraverso l'unghia si possono vedere le caratteristiche papule con bordi rossi. A volte questa forma viene confusa con un'infezione fungina dell'unghia.

Raccomandazioni per eliminare i sintomi della malattia

Un trattamento efficace della psoriasi è possibile solo con un approccio integrato. L'osservanza delle massime precauzioni è di grande importanza per ridurre il rischio di esacerbazione della malattia. Quindi, si consiglia:

  • evitare lesioni alla pelle;
  • evitare l'ipotermia;
  • rifiutare le cattive abitudini;
  • evitare situazioni stressanti;
  • trattare tempestivamente le infezioni e le malattie concomitanti;
  • evitare l'esposizione prolungata alla luce solare diretta.

I pazienti con psoriasi devono prestare particolare attenzione a rispettare i requisiti di igiene personale. Se fai la doccia o il bagno, allora:

  • utilizzare prodotti senza coloranti e profumi;
  • scegli uno shampoo delicato;
  • evitare di utilizzare salviette ruvide, creme, gel con particelle abrasive;
  • Evita i saponi duri poiché seccano la pelle.
  • regolare la temperatura dell'acqua in modo che sia calda;
  • rimanere in acqua non più di 10-15 minuti;
  • utilizzare un asciugamano morbido, non strofinare o pettinare la pelle.

Dopo la doccia e il bagno, si consiglia di utilizzare creme idratanti speciali per il corpo. Cerca di pettinare i capelli il meno possibile per non irritare nuovamente la superficie della testa. Lo stesso vale per l'asciugatura. Se non puoi farne a meno, scegli un getto caldo o freddo.

Scegli abiti leggeri, realizzati con tessuti naturali, a taglio libero, in modo che non limitino i movimenti e non sfreghino.

In estate, non prendere il sole troppo a lungo. Per proteggere la tua pelle dai raggi UV, usa una protezione solare con un alto SPF.

trattamento della psoriasi con unguento

Trattamento della psoriasi

Diversi aspetti importanti determinano la scelta di approcci e metodi per il trattamento della psoriasi.

La natura sistemica della malattia predetermina un approccio completo al suo trattamento, che comprende sia farmaci (sedativi, antistaminici, complessi vitaminici, assorbenti), sia fisioterapia, dieta, balneoterapia. Particolare attenzione è riservata alla terapia esterna con unguenti e creme, alla cura quotidiana della pelle.

Il decorso cronico con numerose ricadute nel corso della vita costringe il paziente e il suo medico curante a cercare metodi di prevenzione che possano prolungare i periodi di remissione e migliorare la qualità della vita del paziente.

Approcci di base al trattamento della psoriasi

Il trattamento di una malattia come la psoriasi dovrebbe iniziare con la determinazione delle cause dell'esacerbazione della malattia. Se elimini sistematicamente i fattori che contribuiscono all'esacerbazione di questa patologia, sarà possibile tenere sotto controllo il decorso della malattia. I metodi di trattamento della psoriasi sono selezionati tenendo conto di diversi aspetti:

  • la complessità del decorso della malattia;
  • la presenza di patologia concomitante;
  • localizzazione e dimensione delle placche psoriasiche;
  • la capacità del paziente di rispettare le raccomandazioni mediche.

A questo proposito, nella scelta dei metodi di trattamento della psoriasi, i medici sono guidati dalla soluzione dei seguenti compiti:

  • la massima pulizia possibile della pelle dalle lesioni;
  • ottenere risultati nel minor tempo possibile;
  • sollievo dei principali sintomi della malattia;
  • riducendo la probabilità di recidiva o aggravamento del decorso della malattia.

Schema generale di terapia

In genere, ai pazienti con questa patologia vengono prescritti i seguenti trattamenti per la psoriasi:

  • Glucocorticosteroidi: danno un buon effetto, aiutano a fermare l'esacerbazione, ma hanno molte controindicazioni. Con un uso improprio, potrebbe esserci una diminuzione dell'efficacia del farmaco, atrofia della pelle, la cosiddetta "dermatite da astinenza".
  • Analoghi della vitamina D3: tali farmaci sono usati per controllare la psoriasi nella fase di remissione ed esacerbazione, tuttavia non possono essere utilizzati per lesioni estese della pelle, sono controindicati nei bambini di età inferiore ai 18 anni e negli anziani di età superiore ai 65 anni , e inoltre non sono raccomandati per i pazienti con alterato scambio di calcio.
  • Mezzi con acido salicilico: forniscono un effetto esfoliante e antinfiammatorio, sono raccomandati per l'uso nella fase stazionaria della malattia e con peeling grave. Risultati di trattamento particolarmente impressionanti possono essere ottenuti con una combinazione di acido salicilico e corticosteroidi.
  • Catrame di betulla - nonostante l'abbondanza di controindicazioni ed effetti collaterali, i preparati contenenti questa sostanza sono ancora prescritti ai pazienti con psoriasi. Pertanto, devono essere usati con cautela, poiché il catrame di carbone può causare irritazioni alla pelle.
  • Mezzi per il trattamento della psoriasi contenenti piritione di zinco attivato. Sono inclusi nelle moderne linee guida cliniche per il trattamento della psoriasi e sono prescritti per accelerare la regressione delle eruzioni cutanee.

Di norma, gli esperti raccomandano l'uso del corso di più farmaci contemporaneamente. Questo approccio aiuta a ottenere un effetto pronunciato e a tenere sotto controllo la malattia.

Trattamento sistemico

Nei casi gravi di psoriasi, viene utilizzata la terapia sistemica. Include l'uso di una terapia immunosoppressiva standard, nonché di farmaci biologici geneticamente modificati. Possono essere utilizzati retinoidi e glucocorticosteroidi sistemici.

Trattamento esterno

Particolare attenzione nel trattamento della psoriasi è data alla scelta dei farmaci esterni, poiché tra i pazienti predominano le persone con un decorso lieve e moderato della malattia, caratterizzate principalmente da manifestazioni cutanee.

Questi rimedi sono progettati per far fronte ai sintomi della pelle:

  • ridurre ed eliminare il prurito;
  • alleviare l'infiammazione;
  • ridurre il volume delle lesioni;
  • promuovere la regressione della placca;
  • ridurre la desquamazione della pelle;
  • idratare le zone secche.

Zinco piritione attivato nel trattamento della psoriasi

Il piritione di zinco è un composto complesso di zinco con zolfo e ossigeno. Utilizzato nel trattamento di varie malattie della pelle, inclusa la psoriasi.

Di recente sono diventati particolarmente richiesti preparati a base di piritione di zinco attivato. La rilevanza del suo utilizzo è dovuta al fatto che aiuta a combattere l'esacerbazione della psoriasi, essendo in alcuni casi un'alternativa ai farmaci esterni contenenti ormoni per il trattamento delle malattie della pelle. La molecola di piritione di zinco attivato è 50 volte più stabile del piritione di zinco standard.

Vantaggi dell'utilizzo del pirotion di zinco attivato nel trattamento della psoriasi:

  • Trattamento patogeneticamente comprovato della psoriasi cutanea, poiché ha spiccate proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e antimicotiche
  • Controllo a lungo termine della psoriasi, non provoca atrofia cutanea anche con un uso prolungato (fino a 6 settimane)
  • Senza restrizioni sulla localizzazione delle lesioni, è possibile utilizzarlo per il trattamento della psoriasi sul viso, sul cuoio capelluto e nella regione anogenitale

Trattamento della psoriasi con farmaci a base di piritione di zinco attivato

Soprattutto molte difficoltà sorgono nel trattamento della psoriasi sulla testa. Questo perché molti preparati sono difficili da usare in questa zona, possono rimanere sui capelli e non raggiungere la superficie della pelle. La via d'uscita dalla situazione potrebbe essere l'uso di preparati a base di piritione di zinco attivato.

Uno shampoo delicato progettato specificamente per i pazienti con psoriasi. Si applica sui capelli umidi con leggeri movimenti di massaggio, si lava, quindi si lava nuovamente con lo shampoo e si lascia agire i principi attivi per cinque minuti, quindi si lava con acqua tiepida. Lo shampoo ha un aroma leggero e discreto, le sostanze in esso contenute combattono le infiammazioni, prevenendo le irritazioni cutanee. E il mentolo nella composizione raffredda il cuoio capelluto e aiuta a ridurre il prurito. Per scopi medicinali, lo shampoo viene utilizzato 2-3 volte a settimana e a scopo preventivo - 1-2 volte a settimana.

Con gravi danni al cuoio capelluto, oltre allo shampoo è possibile utilizzare un aerosol. È conveniente applicare sul cuoio capelluto con un ugello speciale.

Se la malattia si è diffusa sulla pelle liscia, sono comparse placche psoriasiche dietro le orecchie, sul collo o su altre parti del corpo, quindi una crema o un aerosol a base di piritione di zinco attivato può essere applicato sulle zone colpite. Fallo due volte al giorno per quattro o sei settimane.

Ai pazienti con psoriasi grave vengono generalmente prescritti glucocorticosteroidi. Come seconda fase del trattamento sono consigliati preparati a base di piritione di zinco attivato. Quando è possibile ridurre la gravità del processo, possono essere utilizzati per controllare ulteriormente la psoriasi.

Fattori di rischio che provocano lo sviluppo della malattia

Nell'ambiente medico, di solito ci sono diversi fattori caratteristici che possono avviare il processo. Inoltre, il rischio di sviluppare la malattia aumenta se c'è una combinazione di più fattori provocatori contemporaneamente. Questi includono:

  • predisposizione genetica. Gli scienziati hanno avanzato la teoria secondo cui i portatori della malattia sono alcuni tipi di geni che influenzano il funzionamento del sistema immunitario e le cellule immunitarie dei linfociti T. Per questo motivo, i genitori che soffrono di psoriasi hanno maggiori probabilità di avere un figlio che sarà anche suscettibile a questa malattia.
  • Pelle secca e sottile. Nel corso di numerosi studi è stato stabilito un legame tra le caratteristiche della pelle e il rischio di sviluppare la psoriasi. Si è scoperto che le persone con la pelle sottile e secca hanno maggiori probabilità di soffrire di questa malattia. Il motivo, secondo i ricercatori, risiede nell'insufficiente produzione di sebo, che funge da idratante naturale della superficie corporea, nonché nelle caratteristiche strutturali delle cellule dell'epidermide.
  • L'impatto dell'ambiente esterno. Un ruolo significativo nell'aumento del numero di persone affette da questa malattia può essere svolto dall'uso di vari prodotti cosmetici, prodotti chimici per la casa, che spesso contengono alcoli, solventi, tensioattivi e altri componenti aggressivi. Queste sostanze interrompono le funzioni naturali della pelle, possono provocare irritazioni ed esacerbare la psoriasi.
  • Eccessiva igiene del corpo. L'ossessione patologica per la pulizia gioca anche uno scherzo crudele sulle persone. Più attivamente, più intensamente e più spesso si pulisce la pelle, più danni possono essere arrecati ad essa. A causa dell'uso frequente del sapone durante il bagno o la doccia, lo strato lipidico protettivo della pelle viene distrutto, il che porta alla formazione di microdanneggiamenti sulla superficie, che possono successivamente provocare un'esacerbazione o un peggioramento del decorso della psoriasi.
  • Stile di vita malsano. Alcol, fumo, stress costante, alimentazione di scarsa qualità e squilibrata, mancanza di riposo e sonno normali: tutto ciò influisce inevitabilmente sulla salute umana. È stato notato che alcuni alimenti, come pomodori e melanzane, così come l'alcol e il fumo, possono peggiorare la psoriasi.
  • Immunodeficienze. L'immunità ridotta, soprattutto nei pazienti sieropositivi, provoca problemi alla pelle e aggrava i sintomi della psoriasi.
  • Terapia medica. L'assunzione di determinati farmaci può provocare lo sviluppo della malattia. Con particolare cautela, dovresti usare farmaci del gruppo di beta-bloccanti, antidepressivi, nonché farmaci contro la malaria e le convulsioni.
  • infezioni associate. Nella pratica medica, sono descritti molti casi in cui i segni della psoriasi si sviluppano in pazienti dopo lesioni cutanee dovute a un fungo oa seguito di un'infezione da streptococco.
  • Cambiamento delle condizioni di vita abituali. Il cambiamento climatico, il cambiamento dei fusi orari, le stagioni hanno un impatto negativo sul benessere generale delle persone. Durante il periodo di cambiamento delle condizioni di vita, l'ambiente, il corpo si indebolisce, il che apre la strada allo sviluppo di varie malattie.
  • L'impatto dello stress. La tensione emotiva e nervosa, l'attività fisica, la violazione del regime di lavoro e di riposo sono tra i fattori che provocano la comparsa dei primi sintomi della psoriasi.
  • Lesioni alla pelle. Graffi, attrito e pressione prolungati sulla pelle possono causare microdanneggiamenti e lesioni. In determinate situazioni possono trasformarsi in caratteristiche placche psoriasiche.

È possibile contrarre la psoriasi da un'altra persona?

Se consideriamo una malattia come la psoriasi, che cos'è, quale trattamento e farmaci utilizzare per alleviare i sintomi, sorge spesso una domanda correlata: la psoriasi è contagiosa ed è possibile contrarre questa malattia da un'altra persona? Quanto è sicuro per i parenti, le persone vicine soggiornare o vivere vicino al paziente? È possibile contrarre la psoriasi attraverso contatti domestici, oggetti personali, attraverso il tatto o il sangue?

Gli scienziati affermano inequivocabilmente che la psoriasi non è contagiosa per gli altri. Non è un virus o un batterio che può essere trasmesso da persona a persona in vari modi. La psoriasi non si trasmette da persona a persona, è una malattia autoimmune derivante da una risposta impropria del sistema immunitario a fattori esterni (l'organismo si attacca).

Un'altra cosa è quando si tratta di eredità. Pertanto, se c'è psoriasi in famiglia o parenti stretti, in una situazione del genere si dovrebbe controllare la condizione della pelle e cercare di escludere o minimizzare in anticipo i fattori che possono innescare l'insorgenza della malattia.

Tavolo. Come distinguere la psoriasi dalla dermatite

Arrossamento della pelle nel sito di infiammazione

Lichenificazione (ispessimento della pelle)

Criteri diagnostici

dermatite da contatto

Dermatite atopica

Dermatite seborroica

Psoriasi

Segni tipici

L'infiammazione richiede il contatto della pelle con un agente irritante.

Forte prurito

Peeling della pelle con formazione di squame nella localizzazione delle ghiandole sebacee

La presenza di placche psoriasiche caratteristiche, di regola c'è una placca di servizio che non scompare mai del tutto

Pelle secca

Associazione con allergeni

Flusso

Decorso acuto/cronico

Decorso cronico con ricadute

Decorso cronico con ricadute

decorso cronico progressivo

Localizzazione

Qualsiasi localizzazione nel sito di contatto con la pelle con un irritante

Dipende dall'età:

- viso

- gomiti, ginocchia

- flessione, superfici estensori degli arti

- cuoio capelluto

- pieghe

- viso

- parte superiore del petto

- cuoio capelluto

- collo

- regione ascellare

- regione sacrale

La natura dell'eruzione cutanea

Per corso acuto:

Dipende dallo stadio dell'eruzione cutanea e dall'età del paziente

Aree di rossore ben definite con papule rosa, ricoperte da squame gialle e squame crostose

Placche rosso-rosa ricoperte di scaglie argentate (placche psoriasiche)

Iperemia (rossore luminoso con aumento della temperatura della zona cutanea)

Papule (pelle sollevata) / Vescicole (vesciche sulla pelle fino a 5 mm)

Edema

Edema

Dolore della zona interessata

Ispessimento

Più tardi c'è il peeling

Arrossamento

Per decorso cronico:

iperemia congestizia

Sbucciare/Bagnare

iperpigmentazione

Tracce di graffi